Sintesi del XIII rapporto AlmaLaurea presentato alla conferenza internazionale "Capitale umano e occupazione nell'area europea e mediterranea" Stampa

Organizzata dall'Università di Bologna e dal Consorzio AlmaLaurea (10-11 marzo). L’obiettivo della Conferenza è stato promuovere lo scambio di conoscenze interdisciplinari, informazioni ed esperienze tra laureati, ricercatori, imprese, università e governi.

Il nuovo Rapporto AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati italiani ha coinvolto 400mila laureati, con una partecipazione elevatissima degli intervistati: 90% fra i laureati a un anno. Si tratta di laureati del 2009 (oltre 113mila di primo livello; 48.500 biennali specialistici; oltre 13mila a ciclo unico, ovvero i laureati in medicina e chirurgia, architettura, medicina veterinaria, giurisprudenza) intervistati nel 2010, a un anno dal conseguimento del titolo; laureati del 2007, intervistati dopo tre anni – per la prima volta sono indagati 30.355 laureati biennali specialistici a distanza di tre anni dal titolo; laureati del 2005, intervistati dopo cinque anni (pre-riforma). L’intera documentazione, disaggregata per Ateneo, Facoltà fino all’articolazione per corso di laurea, al fine di consentire una sua più diffusa utilizzazione per la verifica dell’efficacia esterna dell’università, è a disposizione in www.almalaurea.it.
(Fonte: A. Cammelli, Sintesi del Rapporto 28-03-2011)