CLASSIFICAZIONE DI 500 UNIVERSITÀ. ARWU 2011 Stampa

L’ARWU (Academic Rankings of World Universities) di Shanghai classifica ogni anno 500 università, ha una vastissima risonanza mediatica ed è considerata una tra le più influenti e utilizzate classifiche internazionali delle università. La metodologia scelta è stimata per solidità, coerenza e obiettività. ARWU è orientata a valutare prevalentemente le "Università che ricercano" (6 indicatori inclusi: numero di docenti e alumni che hanno vinto Premi Nobel e Fields Medals, numero di pubblicazioni in riviste di alto livello, citazioni). Secondo The Economist (2005) è "the most widely used annual ranking of the world's research. universities”. Le università di USA e UK continuano a mantenere la leadership mondiale. Gli USA dominano la classifica 2011 con 8 università nelle prime 10 e 53 università nelle Top 100. Il Regno Unito vanta 2 università nelle Top 10: Cambridge (5°) e Oxford (10°). Harvard mantiene il primo posto assoluto.
Top 10 del 2011: 1. Harvard University, 2. Stanford, 3. MIT, 4. Berkeley, 5. Cambridge, 6. Caltech, 7. Princeton, 8. Columbia, 9. Chicago, 10. Oxford. L'università svizzera ETH Zurich (23° nel mondo) è prima nella classifica dell'Europa Continentale, seguita dalle francesi Paris University Sud - Paris XI (40°) e Pierre et Marie Curie - Paris VI (41°). Migliori università in Asia sono le giapponesi University of Tokyo (21° nel mondo) e Kyoto University (27°). Entrano per la prima volta nelle Top 100: University of Geneva (73°), University of Queensland (88°) e University of Frankfurt (100°), il numero delle Top 100 in Svizzera, Australia e Germania aumenta a 4, 4 e 6 rispettivamente. Aumentano a 35 le università cinesi nelle Top 500.
Le prime 10 Università europee; 1. Cambridge University  UK; 2. Oxford University UK, 3. College London University UK; 4. ETHZ Swiss Fed. Inst. of Tech. Zurich  Svizzera; 5. The Imperial College London UK; 6. The University Manchester UK; 7. Paris University Sud (Paris XI)        Francia; 8. Pierre e Marie Curie (Paris VI) Francia; 9. Copenhagen University Danimarca; 10. Karolinska Institute Svezia.
L’Italia nell’Academic Ranking of  World Universities - 2011 è l’unico paese del G8 (Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Canada, e dal 1998 la Russia) a non avere nemmeno una università tra le prime 100 del mondo. Tuttavia ne annovera 4 tra le prime 200 (Pisa, Roma La Sapienza, Milano, Padova), 8 tra le prime 300 (le precedenti più Milano Politecnico, Bologna, Firenze, Torino), 13 tra le prime 400 (le precedenti più Normale di Pisa, Genova, Napoli Federico II, Palermo. Roma Tor Vergata), Con le altre 9 tra 401 e 500 (Cattolica del Sacro Cuore, Torino Politecnico, Bari, Ferrara, Milano Bicocca, Parma, Pavia, Perugia, Siena), il totale è quindi di 22 tra le 500 classificate da ARWU, cioè 1 più della Francia (21), 3 più dell’Australia (19), 1 meno del Giappone (23) e un numero pari a quello del Canada (22).
Se si considerano i settori di ricerca, l’Italia si piazza inoltre tra le prime 100 per: Natural Sciences and Mathematics (Padova, Pisa); Engineering/Technology and Computer Sciences (Torino Politecnico); Clinical Medicine and Pharmacy (Milano). In particolare, per Facoltà, troviamo tra le prime 100: Pisa, Normale di Pisa e Milano (Matematica), Padova, Roma La Sapienza, Normale di Pisa, Pisa (Fisica), Bologna e Firenze (Chimica).