Home

Menu Principale

ERC, UNIVERSITÀ E CNR IMPEGNATI NELLA DECIFRAZIONE DEI PAPIRI DI ERCOLANO PDF Stampa E-mail

I Papiri di Ercolano, carbonizzati dall'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., saranno finalmente decifrati grazie all'utilizzo di avanzate tecnologie e a software di intelligenza artificiale. Il CNR ha annunciato che i preziosi papiri di Ercolano saranno decifrati dai ricercatori italiani, anche grazie all'uso dell'Intelligenza Artificiale. Il progetto GreekSchools dell'European Research Council, guidato da Graziano Ranocchia, durerà cinque anni e sarà coordinato dall'Università di Pisa, dall'Istituto di Scienze del Patrimonio culturale, dal Consiglio Nazionale delle ricerche e dal MiBACT - Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli. Il progetto durerà cinque anni e saranno messi a disposizione circa 2 milioni e 500mila euro. Il progetto si svolgerà a Napoli, all'Officina dei Papiri della Biblioteca Nazionale, e sarà ospitato nella sede del CNRISPC, nei locali dell'Università Suor Orsola Benincasa. (F: S. Santoni, unipinews 15.01.21)