Home
AUTONOMIA UNIVERSITARIA, VALUTAZIONE DELL’ATTIVITÀ SCIENTIFICA E SCELTE DEI GIUSPUBBLICISTI PDF Stampa E-mail

Autore: Cesare Pinelli. Luogo di edizione: Munus, Rivista giuridica dei servizi pubblici, n. 2, 2019, pp.385 e ss.
L'Autore affronta, in questo contributo, il delicato tema della valutazione dell'attività scientifica universitaria, come disciplinata dalla L. n. 240 del 2010, partendo da un inquadramento costituzionale dei problemi sottostanti, in primo luogo, la libertà della scienza (art. 33, primo comma, Cost.) e l'autonomia delle università (art. 33, sesto comma), senza tralasciare l'obbligo di promozione da parte della Repubblica della ricerca scientifica (art. 9, primo comma). La riflessione sollecita quindi il lettore, trascinato in una dimensione prospettiva vicina a quella degli studenti, a interrogarsi sul ruolo del Testo Costituzionale, che non può piegarsi di fronte al mutato contesto normativo, ma deve conservare la propria dimensione di parametro di legittimità dell'intervento legislativo. (F: presentazione del saggio)