Home
MEDICI. L’IMBUTO FORMATIVO PDF Stampa E-mail

Negli ultimi 10 anni nei corsi di formazione post-laurea sono stati esclusi 11.652 neolaureati in Medicina. I quali rientrano comunque nei conteggi del numero di medici per cui l'Italia figura avere 4 medici ogni 1000 abitanti sopra la media dell'Unione che è di 3,5. V. grafico. Il numero di contratti di formazione finanziati dal Governo è calato anche rispetto al numero di neolaureati in Medicina. É l'"imbuto formativo", cioè la differenza tra il totale di laureati e i posti in corsi di formazione (specializzazioni + corsi per medici di famiglia). (F: dataroom@rcs.it 19.11.20)
Perdiamo migliaia di giovani medici formati e laureati nei nostri atenei, ma che sono costretti a proseguire la propria formazione all'estero o a rinunciare alla passione della propria vita causa la carenza di borse studio di specializzazione medica. E' proprio il suddetto "imbuto formativo", che impedisce di fatto la formazione specialistica a migliaia di nostri giovani medici, che sono professionisti abilitati, formati dalle università italiane, a cui è reso praticamente impossibile l'esercizio della professione medica. I dati mostrano infatti che in Italia esiste una carenza preoccupante di medici specialisti, che se non si risolve rischia di mandare definitivamente in tilt il nostro sistema sanitario nazionale nel giro di pochi anni. (F: lavocedelpatriota 24.11.20)