Home
RAPPORTO SVIMEZ 2019 SUL MEZZOGIORNO. 21.970 LAUREATI EMIGRATI DAL SUD TRA IL 2002 E IL 2017 PDF Stampa E-mail

Dal Sud fuggono giovani, molti laureati . Giù investimenti pubblici. Male agricoltura, bene il terziario, l'industria stenta. Scarsi i servizi, specialmente sanità e scuola. Il Reddito di cittadinanza ha impatto nullo sull'occupazione.
La nuova migrazione riguarda molti laureati, e più in generale giovani con elevati livelli di istruzione, molti dei quali non tornano più. Le persone che sono emigrate dal Mezzogiorno sono state oltre 2 milioni nel periodo compreso tra il 2002 e il 2017, di cui 132.187 nel solo 2017. Di queste ultime 66.557 sono giovani (50,4%, di cui il 33,0% laureati, pari a 21.970). Solo poco più di 3 diplomati e 4 laureati su 10 sono occupati da uno a tre anni dopo aver conseguito il titolo. Il reddito di cittadinanza «invece di richiamare persone in cerca di occupazione, le sta allontanando dal mercato del lavoro». (F: Rapp. Svimez, IlSole24Ore 05-11-19)