Home

Informazioni Universitarie

UNIBO. NUOVO ACCORDO ATTUATIVO TRA UNIVERSITA’ DI BOLOGNA E AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA PDF Stampa E-mail

I rapporti tra l'Università di Bologna e l'Azienda ospedaliera universitaria Sant'Orsola si avvalgono di un nuovo accordo attuativo che disciplina e regola le attività di ricerca, didattica e assistenza che vedono coinvolta quotidianamente la comunità universitaria dell'Alma Mater integrata in assistenza, unitamente al personale dell'Azienda sanitaria.
"Le attività mediche prevedono per docenti e ricercatori, personale TA, studenti, l'inscindibilità tra assistenza, ricerca e didattica. Per la prima volta l'accordo disciplina questa inscindibilità in tutte le sue forme, dedicando particolare attenzione agli elementi distintivi dell'Università: didattica e ricerca" spiega il professor Maurizio Sobrero. "Sul fronte della ricerca ci sarà un migliore e più chiaro riconoscimento delle attività svolte e degli investimenti necessari alla loro crescita e valorizzazione attraverso tutti gli strumenti disponibili – prosegue il professore Sobrero – Per la prima volta ci sarà un'attenzione specifica alla gestione sistematica dei diritti di proprietà intellettuale". Per parte aziendale si promuove la partecipazione del personale ospedaliero alla ricerca a sostegno dell'attività clinica valorizzandone l'apporto intellettuale e scientifico. Sul fronte della didattica ci sarà un pieno riconoscimento delle attività formative nell'insieme dei vincoli necessari a programmare tutte le attività del personale universitario in linea con le reali esigenze assistenziali e si apriranno le strutture dell'azienda a nuove figure quali visiting scholars e visiting professors per investire sempre di più sull'internazionalizzazione. "Per la prima volta, inoltre, si definiscono in maniera articolata le modalità di convenzionamento, si introduce la possibilità di convenzionamento su progetto per cogliere specifiche opportunità legate alla ricerca e alla didattica" – conclude il prof. Maurizio Sobrero. (Fonte: bologna2000.com 29-12-18)