Home

Informazioni Universitarie

IL TECNOPOLO DI BOLOGNA OSPITERÀ IL CENTRO EUROPEO PER LE PREVISIONI METEREOLOGICHE A MEDIO TERMINE (ECMWF) PDF Stampa E-mail

Dal 2019 saranno i supercomputer del Tecnopolo Bologna* a svolgere la funzione del centro inglese di Reading in modo ancora più efficiente. Ogni giorno decine di milioni di europei guardano le previsioni meteo sui propri telefonini; le previsioni televisive spesso superano il numero di contatti raggiunto dai telegiornali. Ma tutte queste scommesse sul futuro delle nuvole arrivano da un solo punto: i potenti supercomputer del Centro Europeo per le Previsioni Metereologiche a Medio Termine (ECMWF) di Reading, pochi chilometri a ovest di Londra. Vengono distribuite a tutti i servizi meteo d'Europa e poi ciascuno trasforma le informazioni numeriche ricevute. Il Tecnopolo di Bologna - grazie a un investimento di 40 milioni di euro - è risultato il vincitore e ospiterà la nuova generazione di supercomputer metereologici ECMWF europei già nel 2020. Questi ultimi riusciranno a simulare l'atmosfera con quadretti 50 volte più piccoli, di "appena" 5 km di lato. Questa migliore risoluzione permetterà di diramare previsioni attendibili fino a 2 settimane di anticipo a partire dal 2025 e sarà in grado di monitorare con precisione lo stato del clima e di darci informazioni sull'efficacia della nostra lotta al cambiamento climatico. Dopo HPC4 Eni, il più veloce supercomputer industriale al mondo, l'eccellenza informatica italiana avrà un nuovo primato mondiale. (Fonte: linkiesta 11-01-19)
*Tecnopolo di Bologna. ultimo tassello di quella rete di dieci infrastrutture per la ricerca industriale e il trasferimento tecnologico che rende la Regione Emilia-Romagna un unicum nel panorama nazionale di innovazione capillare diffusa.