Home
DOPPIE LAUREE PDF Stampa E-mail

In Italia, il fenomeno delle doppie lauree dal profilo internazionale appare sempre più diffuso. Con 851 corsi totali, aumentati del 44% rispetto all'anno accademico 2017/18 e quasi triplicati sul 2011/2012 (quando erano 304). Complessivamente, l'anno scorso sono stati più di 32mila gli studenti dei corsi con titolo doppio o congiunto, a fronte dei 29mila dell'anno precedente e ai 19mila del 2014/15. Se i double degree nascono soprattutto con l'esigenza di aumentare le skill internazionali dei nostri ragazzi, migliorando anche le loro conoscenze linguistiche, l'idea a cui sta lavorando il Miur punta invece a creare delle professionalità più in linea con le nuove sfide lanciate dal mercato del lavoro. Sul modello di quanto sta accadendo nei Paesi Bassi o in Svizzera. Per riuscirci basta una norma di una riga che dica: è abrogato l'articolo 142 del Regio decreto 1592 del 1933. In base al quale, attualmente, è «vietata l'iscrizione contemporanea a diverse università e a diversi istituti d'istruzione superiore, a diverse facoltà o scuole della stessa università o dello stesso istituto e a diversi corsi di laurea o di diploma della stessa facoltà o scuola». A disporre l'abrogazione dovrebbe essere un emendamento alle legge di bilancio che il Miur ha messo a punto nei giorni scorsi. Cancellare l'articolo 142 consentirebbe agli studenti di seguire più di un corso in contemporanea e agli atenei di fare squadra allargando la loro offerta formativa. (Fonte: E. Bruno, IlSole24Ore 14-11-18)