Home

Informazioni Universitarie

PUBBLICATE DAL MIUR LE GRADUATORIE DEI TEST DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA A NUMERO CHIUSO PDF Stampa E-mail

Sono state pubblicate dal Miur le graduatorie dei test di ammissione, svolti agli inizi di settembre, ai corsi di laurea a numero programmato in Medicina e Odontoiatria, Medicina Veterinaria e Architettura. Per quanto concerne Medicina e Odontoiatria, su 67.005 candidati (in tutta Italia) solo in 40.447 hanno raggiunto i 20 punti necessari per non essere scartati, numero comunque di molto superiore rispetto ai 9.779 posti disponibili per l'anno accademico 2018-2019. Completamente diverso il discorso per Architettura: in questo caso il numero dei candidati, sceso da 7.986 a 5.720, è addirittura inferiore ai posti stabiliti dal Miur (7.211), cosicché ovunque si avrà la possibilità di frequentare il corso nella sede prescelta. Le probabilità invece si restringono, così come per Medicina e Chirurgia, anche per Medicina Veterinaria: 8.136 candidati per 759 posti. La procedura sarebbe conclusa qui. Il condizionale, però, è d'obbligo perché sulle prove potrebbe abbattersi una valanga di ricorsi. Per Medicina, ad esempio, è assicurato che avverrà, così come accaduto negli anni scorsi. La Puglia, dopo la Sicilia (23%), è la seconda regione per numero di denunce (13%), quasi tutte provenienti da Bari. Tra le denunce più frequenti c'è l'utilizzo di smartphone (19%), la violazione delle procedure (16%) e i mancati controlli (10%), anche se resta da verificare quali siano i casi che possano reggere un procedimento in Tribunale. In ogni caso, il fenomeno a quanto pare è inconfutabile e riguarda soprattutto il Sud Italia: ci sono, a parte Sicilia e Puglia, casi segnalati anche nel Lazio, in Calabria e in Campania. Al Nord invece c'è un inedito picco di casi in Lombardia (15%). (Fonte: G. Campanella, Gazzetta del Mezzogiorno 03-10-18)