Home
QUALI COMPITI PER UN’AGENZIA NAZIONALE DELLA RICERCA PDF Stampa E-mail

La stampa riporta l'intenzione del Ministro del MIUR Marco Bussetti di istituire una Agenzia Nazionale della Ricerca, che richiama la proposta storica del Gruppo 2003 per la ricerca scientifica. Alcune interpretazioni giornalistiche fanno intendere però che tale Agenzia proposta dal governo dovrebbe svolgere un ruolo di coordinamento unico degli enti di ricerca, ora vigilati da diversi ministeri. In questo caso si tratterebbe di una proposta ben lontana dall'idea originale del Gruppo 2003. Secondo il Gruppo, infatti, l'Agenzia nazionale della Ricerca avrebbe il compito primario di accorpare e gestire non gli enti, bensì tutti i fondi destinati alla ricerca competitiva: una struttura che dovrebbe essere snella, trasparente e autonoma dalla politica. Un'Agenzia con questi chiari compiti, insieme a un considerevole incremento dei finanziamenti, sono due condizioni essenziali per il rilancio della ricerca e sviluppo nel nostro Paese. Quella che propone il Gruppo 2003 non è un'Agenzia Nazionale della Ricerca non è un super Ente che raccorda e coordina l'attività di tutti gli Enti e i centri di ricerca – impresa difficile e indesiderabile – ma la costituzione di un'Agenzia terza rispetto agli Enti di ricerca e rispetto al governo che finanzi i migliori progetti di ricerca, secondo modalità tutto sommato simili a quelle della National Science Foundation (NSF) degli Stati Uniti. (Fonte: dichiarazione del Gruppo 2003, 12-07-18)