Home

Informazioni Universitarie

SE IL TAR ENTRA NEL MERITO DELL’ADEGUATEZZA NON SOLO FORMALE DI UN PROFESSORE-COMMISSARIO PER L’ASN SI TRATTA O NON DI UN ECCESSO DI INTERFERENZA DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA? PDF Stampa E-mail

G. Luzzatto sul Secolo XIX afferma che nel nostro Paese due situazioni deprecabili si presentano spesso. La prima: nel complesso delle vicende pubbliche, l'eccesso di interferenze della giustizia amministrativa sulle modalità di gestione. La seconda: nel campo culturale, la scarsa interazione tra le diverse discipline. Le due questioni sembrano lontane tra loro; la recente decisione di un Tar è riuscita a connetterle. Il tema era quello della "Abilitazione Scientifica Nazionale", che viene assegnata da apposite Commissioni di professori universitari. Un ricorso, che il Tar ha accolto, riguardava la presenza di un Commissario un cui lavoro scientifico (tra quelli necessari per aver diritto a far parte della Commissione) non era incasellato nel "Settore Scientifico - disciplinare" al quale si riferiva l'Abilitazione, nel caso la Storia Medievale. Dalle notizie sul responso non risulta quale era il contenuto del lavoro incriminato.
Circa il primo punto toccato all'inizio, abbiamo cioè una situazione nella quale il Tar entra nel merito della adeguatezza di un professore-commissario a esprimere valutazioni scientifiche. Ora, un giudice amministrativo non può certo avere competenze atte a giudicare (in tutti I rami dello scibile) tale adeguatezza, e necessariamente si limita perciò a verificare aspetti formali nella documentazione che accredita un Commissario. Alcuni di tali aspetti sono oggettivi (es.: la "pubblicazione" è tale, cioè non si tratta di un dattiloscritto a uso interno, privo dei requisiti di legge?). Voler però sindacare se essa "è in tema" apre il problema ricordato al secondo punto.
Sorge la domanda: se il TAR entra nel merito dell'adeguatezza non solo formale di un professore-commissario a esprimere valutazioni scientifiche circa l'abilitazione scientifica si tratta o no di eccesso di interferenza della giustizia amministrativa sulle modalità di gestione della ricerca scientifica? (Fonte: Il Secolo XIX 06-05-18).
Risposta di Redazione Roars a @univtrends: no, perché il punto della sentenza TAR era un altro: non si possono scremare i commissari con valutazioni quantitative automatiche perché gli automatismi sono ciechi nei confronti dei contenuti.