Home

Informazioni Universitarie

AUMENTANO LE ISCRIZIONI ALL’UNIVERSITÀ. PIÙ 3,8 PER CENTO SUL 2016-2017 PDF Stampa E-mail

Le matricole, studenti al primo anno, sono 11.804 in più della stagione precedente. Più 3,8 per cento sul 2016-2017, che a sua volta era cresciuto in maniera identica. Le ultime due sono state le migliori stagioni dell'intero Duemila e segnalano come il sistema universitario italiano -
attaccato, sottofinanziato, intercettato da procure e attraversato da concorsi fasulli - nuovamente attragga i diciannovenni italiani e le loro famiglie: nell'ultimo quadriennio, quello che ha invertito un andamento in caduta da dieci anni, sono stati recuperati all'istruzione superiore trentunmila diplomati. Un ottavo delle intere matricole del 2013. Cinquantanove università statali pubbliche su 61 hanno offerto a "La Repubblica" i dati delle immatricolazioni 2017-2018. La somma dei neoiscritti in tutti gli atenei segnala un numero di matricole pari a 321.652: sono, appunto, 11.804 in più rispetto all'anno scorso alla stessa data (sempre secondo i dati offerti dalle università). Come segnalano il MIUR e gli esperti di AlmaLaurea, ancora non si può paragonare questa cifra con le serie storiche consolidate, perché a luglio il dato di prassi scende (scremato di chi non ha pagato almeno la seconda rata). Ma tutti — esperti e rettori contattati — sono concordi con il dire che si è tornati a vedere quota trecentomila. Significa che anche per l'università la grande crisi — 2008-2014 — non fa più male. Il livello raggiunto è vicino a quello (307.586 neoiscritti) del 2007-2008, la vigilia della depressione socio-economica. (Fonte: I. Venturi, C. Zunino, La Repubblica 12-03-18)