Home
GERMANIA. COME FUNZIONA L’ISCRIZIONE ALL’UNIVERSITÀ PDF Stampa E-mail

In Germania l'iscrizione all'università è legata al pagamento del cosiddetto semesterticket, un abbonamento ai mezzi pubblici della regione/stato (Land) che costa normalmente meno di 200 euro e dura 6 mesi. Il costo, se prendiamo Berlino e il Brandeburgo, è di 180 euro, meno di quanto costerebbero due mesi di biglietto per i lavoratori (ogni mese per la zona Abc costa 100,50 euro). Il valore complessivo dell'offerta di ogni regione tedesca ai propri studenti universitari va quindi ben oltre la semi-gratuità dell'università e riguarda anche un grosso sconto sui trasporti. Chi poi non se lo può permettere, e in questo caso lo stato sociale sostiene non solo gli studenti, ma tutti i cittadini europei residenti in Germania sotto una certa soglia di reddito e ricchezza (si, guardano anche il conto in banca!), ha diritto anche a un alloggio sostenuto dallo Stato.
Gli universitari in Germania però sono soprattutto (non solo, del resto ogni mondo è Paese) persone motivate. L'intero sistema scolastico tedesco – non perfetto, per carità – è costruito selezionando e indirizzando i percorsi di ogni giovane fin dalla tenera età. Ha alcune differenze a seconda del Land, ma di base si può dire che all'università ci arriva solo chi, già da quando ha nove anni, ha dimostrato con i voti e ha confermato con la volontà di non volere seguire un percorso da istituto tecnico/professionale. Cambiare in corsa è molto difficile. E così, chi rimane alla fine della scrematura viene completamente sostenuto da uno Stato che, come dimostrano i numeri della disoccupazione (ferma al 5,5% a dicembre 2017) ha bisogno di lavoratori, in particolare modo giovani e preparati, tanto che la percentuale di giovani che cercano lavoro in Germania è la più bassa di tutta l'Ue: 6,6%. (Fonte: A. D'Addio, www.wired.it/ 09-01-18)