Home

Informazioni Universitarie

SCUOLA SANT'ANNA DI PISA. IL RETTORE PARLA DEL RECLUTAMENTO E DEI FINANZIAMENTI PDF Stampa E-mail

Il sistema dei concorsi è del tutto inadatto al mondo universitario e della ricerca e dovrebbe essere rivisto alla radice. Alla Scuola Sant'Anna di Pisa, dice il rettore Pierdomenico Perata, abbiamo reclutato eccellenti professori attraverso percorsi di selezione rigorosi ed alcuni professori ordinari hanno poco più di trent'anni: «occorre premiare con un carriera veloce chi si dimostra straordinariamente preparato ed eccellente». In tema di infrastrutture: «L'Università non è esente dalla burocrazia che affligge la Pubblica amministrazione - spiega Perata -. Ma è comunque possibile attenuarne le conseguenze con una amministrazione efficiente, che lavori per minimizzare le conseguenze delle normative, non per esaltarle con una applicazione che è spesso errata per eccesso di rigore. La qualità delle infrastrutture, infine, deve seguire, non anticipare un reclutamento di qualità. Altrimenti si costruiscono cattedrali nel deserto, luoghi non pensati da chi li vivrà». Tra i problemi maggiori i finanziamenti pubblici: «Servono e sono insufficienti - dice Perata -. La Scuola Sant'Anna riceve dallo Stato circa lo 0,4% di quanto (poco) lo Stato investe nelle sue Università. Potremmo chiederci quali risultati potrebbero essere raggiunti con un investimento maggiore: per tutto il sistema universitario ma anche e soprattutto per quelle realtà, e ce ne sono, che in Italia dimostrano di saper ben spendere i soldi pubblici». (Fonte: www.toscana24.ilsole24ore.com 23-08-17)