Home

Informazioni Universitarie

STATO ATTUALE DELLA RICERCA APERTA. MANCATA APPLICAZIONE DELLA LEGGE 112/2013 PDF Stampa E-mail

L’Unione Europea ha definito le linee guida per l’accesso aperto alle pubblicazioni e ai dati della ricerca con riferimento al programma Horizon 2020. L’ acronimo FAIR identifica le 4 caratteristiche che dovrebbero avere i dati della ricerca. Dovrebbero essere cioè: Findable (reperibili) Accessible (accessibili) Interoperable (interoperabili) Reusable (riutilizzabili). La Legge 112/2013 dispone l’accesso aperto agli articoli scientifici, prodotti almeno al 50% con fondi pubblici, entro 18 mesi, molto più tempo dei sei mesi disposti dalla Unione Europea o in USA, o da agenzie erogatrici di fondi come Telethon o Wellcome Trust. Ma, allo stato attuale, tale legge non risulta affatto applicata. Nel 2016, in Italia è stato condotto il primo studio sull’accesso aperto alle pubblicazioni scientifiche che ha coinvolto i 60 istituti di ricerca del Servizio Sanitario Nazionale. La metà delle istituzioni (30) ha risposto. Solo due istituzioni hanno dichiarato di aver emanato politiche relative all’accesso aperto. La produzione di articoli ad accesso aperto in riviste con Impact Factor era pari al 19.4%, nel 2014 (solo 15 istituzioni hanno risposto a questa parte del questionario). In più, solo 7 istituzioni hanno dichiarato di aver pubblicato articoli in riviste tradizionali (ibride) pagando per garantire l’accesso aperto (circa il 7.6% degli articoli con Impact Factor prodotti dalle stesse istituzioni). Sommando le percentuali fornite dal campione con un piccolo arrotondamento, presumibilmente circa il 30% della produzione nazionale di articoli potrebbe essere aggregata in un deposito digitale per renderla meglio fruibile. Purtroppo non c’è alcuna direttiva a livello nazionale per il deposito e l’accesso di tali articoli, come invece avviene in USA e in Europa dove rispettivamente PubMed Central e Europe PMC sono alcune delle infrastrutture deputate a ricevere e rendere accessibile la documentazione prodotta in ambito biomedico, frutto della ricerca finanziata con fondi pubblici. (Fonte: G. Cognetti, https://tinyurl.com/ybxntxnp 25-08-17)